Home News Reddito di Cittadinanza: promozione del lavoro agricolo

Reddito di Cittadinanza: promozione del lavoro agricolo

77
0

I percettori di Reddito di Cittadinanza possono stipulare, nel settore agricolo, contratti a termine non superiori a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni, senza subire perdite o riduzioni dei benefici previsti, nel limite di 2mila euro per l’anno 2020. Lo ha previsto il decreto Rilancio, all’articolo 94.

Con il messaggio 12 giugno 2020, n. 2423 l’INPS precisa che, in tali casi, il lavoratore percettore del Reddito di Cittadinanza non è tenuto alla trasmissione del modello “RdC/PdC – Com Esteso” per la comunicazione dei redditi percepiti.

Fonte INPS.it