Home News L’assistenza agli intermediari, con EquiPro, è sempre più online

L’assistenza agli intermediari, con EquiPro, è sempre più online

79
0

Sono molti i servizi digitali di Agenzia delle entrate-Riscossione a disposizione dei professionisti che possono gestire comodamente dal pc la situazione dei propri assistiti

L’assistenza agli intermediari fiscali su cartelle, avvisi, definizione agevolata, procedure di riscossione relative ai propri assistiti, viaggia sempre più online. La piattaforma EquiPro, l’area riservata a professionisti, associazioni di categoria, tributaristi e Centri di assistenza fiscale (Caf), disponibile sul sito della Riscossione, è in continua evoluzione, con servizi costantemente aggiornati, che consentono di gestire, comodamente dal pc di studio, la situazione dei contribuenti che li hanno delegati.

La diffusione dell’utilizzo di EquiPro a una platea sempre più numerosa di professionisti ha lo scopo di agevolare e snellire adempimenti e procedure. Vediamo come funziona il servizio di Agenzia delle entrate-Riscossione (AdeR) e cosa è possibile fare.

La delega

L’intermediario, per poter operare per conto del cliente, deve avere la delega, che può essere conferita online, se in possesso di un’identità digitale (credenziali Spid, Cie, Cns) o in modalità cartacea. Nel caso di delega online, il cliente, nella sua area riservata, trova il servizio “Delega un intermediario” e, dopo aver preso visione delle condizioni generali di adesione, deve inserire il codice fiscale dell’intermediario da delegare.

Se il cliente non dispone di un’identità digitale, deve scaricare dal sito di Agenzia delle entrate-Riscossione e compilare il modello DP1, da consegnare all’intermediario insieme a copia del proprio documento di identità (o quello del rappresentante legale dell’impresa, se è un’impresa a conferire delega). Sarà poi l’intermediario a trasmettere i dati della delega e del delegante tramite Entratel. Il DP1 non deve essere trasmesso via e-mail o Pec né ad AdeR, né all’Agenzia delle entrate.

L’intermediario ha l’obbligo di conservare la documentazione ricevuta dal delegante, numerata e annotata giornalmente in un apposito registro cronologico per eventuali controlli.

Appuntamenti e contatti

Con il servizio “Prenota appuntamento in videochiamata” è possibile ricevere assistenza sulle pratiche dei propri clienti, parlando direttamente in video con un operatore dello sportello online di AdeR. Il servizio è attivo su tutto il territorio nazionale. L’appuntamento si avvia con la funzione “Consulta la tua agenda appuntamenti”, attraverso il tasto “Avvia appuntamento”, che si attiva qualche minuto prima dell’orario fissato.

Inoltre, è anche possibile, grazie al servizio “Contattaci”, chiedere informazioni su specifiche pratiche: è, infatti, disponibile un form, che consente di selezionare, tra gli argomenti proposti, la motivazione e il dettaglio della richiesta (rateizzazioni, procedure di riscossione, rimborsi o compensazioni), e di allegare la documentazione a supporto.

Situazione debitoria – consulta e paga

Con questo servizio è possibile visualizzare il riepilogo complessivo dei documenti già saldati o non ancora pagati, per intero o in parte, su tutto il territorio nazionale, a partire dal 2000. È inoltre possibile controllare il dettaglio di ciascuno dei documenti visualizzati, la presenza di eventuali provvedimenti e generare un “codice di pagamento” per pagare online con PagoPa.

Rateizza il debito

Con la funzione “Rateizza adesso”, è possibile chiedere e ottenere la rateizzazione del debito fino a 120mila euro, (la soglia è riferita a ogni singola richiesta di rateizzazione), per un massimo di 72 rate. Si può pagare subito la prima rata con “Paga online”, visualizzare e scaricare i documenti relativi ai piani approvati e i relativi moduli per il pagamento delle rate con la funzione “Piani di rateizzazione”.

Sospendi la riscossione

Attraverso questo servizio, l’intermediario può chiedere ad AdeR di sospendere le procedure di riscossione nelle casistiche previste dalla legge n. 228/2012 (pagamento effettuato prima della formazione del ruolo, sgravio, prescrizione o decadenza intervenute prima della data in cui il ruolo è stato reso esecutivo, sospensione amministrativa o giudiziale, sentenza di annullamento totale o parziale del debito). La domanda va presentata, a pena di decadenza, entro 60 giorni dalla notifica della cartella o degli altri atti della riscossione.

Definizione agevolata

Con la funzione “Comunicazione delle somme dovute”, è possibile gestire i pagamenti delle rate e consultare tutti i documenti relativi anche alle edizioni precedenti delle rottamazioni.

Documenti

All’interno della sezione “Documenti” gli intermediari possono scaricare tutti i documenti disponibili anche nelle altre sezioni tematiche (rateizzazioni, definizione agevolata eccetera). È quindi possibile trovare in questo “contenitore unico” l’elenco dei documenti saldati e da saldare, i piani di rateizzazione e le comunicazioni relative alla definizione agevolata.

Fonte FiscoOggi.it