Home News Indennità per autonomi e professionisti senza partita IVA: requisiti

Indennità per autonomi e professionisti senza partita IVA: requisiti

304
0

I requisiti e le indicazioni per la presentazione della domanda online

La circolare INPS 16 marzo 2023, n. 30 fornisce ai lavoratori autonomi e ai professionisti non titolari di partita IVA, iscritti alle gestioni previdenziali dell’INPS, le indicazioni per ottenere l’indennità una tantum.

Possono accedere all’indennità i lavoratori in possesso dei seguenti requisiti:

  • aver percepito un reddito complessivo non superiore a 35.000 euro nel periodo d’imposta 2021 oppure non superiore a 20.000 euro nel periodo d’imposta 2021;
  • essere già iscritti alla gestione autonoma dell’INPS con posizione attiva al 18 maggio 2022;
  • avere un’attività lavorativa avviata al 18 maggio 2022;
  • aver effettuato entro il 18 maggio 2022, per il periodo di competenza dal 1° gennaio 2020 e con scadenze di versamento entro il 18 maggio 2022, almeno un versamento contributivo, totale o parziale, alla gestione di iscrizione per la quale è richiesta l’indennità;
  • non essere titolare di trattamenti pensionistici diretti al 18 maggio 2022, data di entrata in vigore del decreto Aiuti;
  • non essere percettore delle prestazioni di cui agli articoli 31 e 32 del decreto Aiuti.

I lavoratori possono richiedere l’indennità tramite il “Punto d’accesso alle prestazioni non pensionistiche”, seguendo le indicazioni della circolare, entro il 30 aprile 2023. È possibile presentare la domanda anche tramite Contact center o patronati.

Fonte INPS.it