Home News INAIL: Incentivi alle imprese, dal 16 aprile l’inserimento online delle domande per...

INAIL: Incentivi alle imprese, dal 16 aprile l’inserimento online delle domande per accedere ai fondi del bando Isi 2019

41
0

La prima fase della procedura telematica per l’assegnazione di oltre 250 milioni di euro, messi a disposizione dall’Inail con la decima edizione dell’iniziativa, proseguirà fino al 29 maggio. Dal 5 giugno sarà possibile scaricare il codice identificativo da utilizzare in occasione del “click day”

Prenderà il via il prossimo 16 aprile la procedura telematica per l’assegnazione degli oltre 250 milioni di euro di incentivi a fondo perduto che l’Inail ha messo a disposizione con il bando Isi 2019, decima edizione dell’iniziativa con cui l’Istituto dal 2010 ha stanziato complessivamente quasi due miliardi e mezzo di euro per contribuire al miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nelle imprese.

Finalità: incentivare le imprese a realizzare progetti per il miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché incentivare le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti, migliorare il rendimento e la sostenibilità globali e, in concomitanza, conseguire la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.
Destinatari dei finanziamenti: le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e, per l’asse 2 di finanziamento anche gli Enti del terzo settore.

Progetti ammessi a finanziamento: Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 5 Assi di finanziamento:

  • Progetti di investimento e Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale – Asse di finanziamento 1 (sub Assi 1.1 e 1.2)
  • Progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale di carichi (MMC) – Asse di finanziamento 2
  • Progetti di bonifica da materiali contenenti amianto – Asse di finanziamento 3
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività – Asse di finanziamento 4
  • Progetti per micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli -Asse di finanziamento 5 (sub Assi 5.1 e 5.2).

I fondi ripartiti in budget regionali. Durante la prima fase della procedura, che si concluderà alle ore 18 del 29 maggio, tutte le aziende, anche individuali, iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato e agricoltura, potranno inserire e salvare la propria domanda di accesso al contributo nell’area dedicata ai servizi online sul portale Inail. Dal 5 giugno le imprese i cui progetti hanno raggiunto la soglia minima di ammissibilità potranno effettuare il download del proprio codice identificativo, che dovrà essere utilizzato in occasione del “click day”, il giorno di apertura dello sportello telematico per l’inoltro delle domande, la cui data sarà comunicata sempre a partire dal 5 giugno. Gli incentivi, ripartiti in budget regionali, saranno poi assegnati fino a esaurimento, secondo l’ordine cronologico di ricezione delle domande.

Cinque assi di finanziamento, al secondo possono accedere anche gli enti del terzo settore. Il contributo può coprire fino al 65% delle spese sostenute per ogni progetto ammesso, sulla base dei parametri e degli importi minimi e massimi specificati per ciascuno dei cinque assi di finanziamento previsti, differenziati in base ai destinatari e alla tipologia dei progetti che saranno realizzati. All’Asse 1, in particolare, sono assegnati 96.226.450 euro, suddivisi in 94.226.450 euro per i progetti di investimento e due milioni per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale. I fondi dell’Asse 2, ai quali possono accedere anche gli enti del terzo settore, sono invece pari a 45 milioni di euro, destinati a sostenere la realizzazione di progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.

Sessanta milioni per la bonifica dell’amianto, 10 per le microimprese di pesca e fabbricazione mobili, 40 per il settore agricolo. Lo stanziamento dell’Asse 3, per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, è pari a 60 milioni di euro, mentre l’Asse 4 in questa edizione del bando riguarda i progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza realizzati nelle micro e piccole imprese operanti nei settori della fabbricazione mobili e della pesca, per le quali sono disponibili 10 milioni. Gli incentivi dell’Asse 5, per progetti per le micro e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli, sono invece pari a 40 milioni di euro, suddivisi in 33 milioni per la generalità delle imprese agricole e sette milioni per i giovani agricoltori (under 40), organizzati anche in forma societaria.

Informazioni e assistenza. Per ottenere informazioni e assistenza è possibile contattare il contact center Inail al numero 06.6001, utilizzabile sia da rete fissa sia da rete mobile secondo il piano tariffario del proprio gestore telefonico.

Bando Isi 2019, dall’Inail più di 250 milioni di euro per la sicurezza nei luoghi di lavoro

La decima edizione dell’iniziativa, con cui l’Istituto a partire dal 2010 ha messo a disposizione delle imprese incentivi a fondo perduto per oltre 2,4 miliardi, presentata dal presidente Bettoni e dal direttore generale Lucibello con una conferenza stampa alla presenza della ministra del Lavoro e delle Politiche sociali, Nunzia Catalfo, e della ministra delle Politiche agricole alimentari e forestali, Teresa Bellanova

Bando Isi 2019

Modalità di partecipazione, avvisi pubblici e graduatorie relative al finanziamento.

Calendario scadenze Isi 2019

Apertura della procedura informatica per la compilazione della domanda                     16 aprile 2020                                  
Chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda 29 maggio 2020
Acquisizione codice identificativo per l’inoltro online 5 giugno 2020
Comunicazione relativa alle date di inoltro online 5 giugno 2020

Fonte INAIL