Home Blog

Imprese edili: confermata la riduzione contributiva per il 2021

0

È stata confermata, per il 2021, la riduzione contributiva a favore delle imprese edili (articolo 29, decreto-legge 23 giugno 1995, n. 244). A prevederlo è il decreto 30 settembre 2021 del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell’Economia e delle Finanze.

Contributi eccedenti l’importo dell’esonero: scadenza del pagamento

0

Con la circolare INPS 12 aprile 2021, n. 57 l’Istituto ha fornito le indicazioni e le istruzioni operative per l’attuazione dell’esonero contributivo previsto dal decreto Rilancio del 2020, e l’11 novembre ha concluso le attività di gestione delle domande comunicando alle aziende l’importo dell’esonero autorizzato.

Esonero contributivo imprese agricole e pesca: differimento termini

0

L’INPS, con il messaggio 3 dicembre 2021, n. 4299, comunica il differimento al 13 dicembre 2021 del termine di presentazione delle domande di esonero contributivo (articoli 16 e 16-bis, decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137), precedentemente fissato al 4 dicembre.

Fonte INPS.it

Proroga del divieto di licenziamento e NASpI: istruzioni

0

Con la circolare INPS 1° dicembre 2021, n. 180 l’Istituto riepiloga le istruzioni amministrative in materia di proroga del divieto di licenziamento e di accesso alla NASpI , nell’ipotesi di adesione del lavoratore a un accordo collettivo aziendale avente ad oggetto un incentivo alla risoluzione del rapporto di lavoro.

Aziende nell’unità di crisi del MISE: periodi aggiuntivi di CIGD

0

La legge di bilancio 2021 ha previsto che, per attuare i piani di nuova industrializzazione, di recupero o di tenuta occupazionale relativi a crisi aziendali incardinate presso le unità di crisi del Ministero dello Sviluppo Economico o delle Regioni, le Regioni e le Province autonome di Trento e di Bolzano possono concedere ulteriori periodi di trattamento di integrazione salariale in deroga (CIGD) nel 2021, della durata massima di 12 mesi, anche non continuativi.

Estensione termini di pagamento delle cartelle: chiarimenti

0

È stato prolungato fino a 150 giorni dalla notifica (rispetto ai 60 giorni ordinariamente previsti), il termine per il relativo pagamento senza l’applicazione di ulteriori somme aggiuntive per le cartelle di pagamento notificate dall’Agente della riscossione dal 1° settembre 2021 al 31 dicembre 2021. A stabilirlo è l’articolo 2 del decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146.

L’INPS, con il messaggio 24 novembre 2021, n. 4131, a seguito di parere conforme da parte del Ministero dell’Economia e delle finanze e il Ministero del Lavoro e delle politiche sociali, chiarisce che tale dilazione dei termini non si applica alle somme dovute all’Istituto, mediante la notifica di un avviso di addebito con valore di titolo esecutivo, ai sensi dell’articolo 30 del decreto-legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122. Pertanto tale termine resta di 60 giorni.

Fonte INPS.it

Decreto Sostegni bis: proroga NASpI, DIS-COLL per lavoro agricolo

0

Il decreto Rilancio (decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34), in relazione all’emergenza Covid-19, ha previsto che i percettori di ammortizzatori sociali – per il periodo di sospensione della prestazione lavorativa a zero ore – e i percettori di NASpI , DIS-COLL e Reddito di Cittadinanza possono stipulare, con datori di lavoro del settore agricolo, contratti a termine non superiori a 30 giorni, rinnovabili per ulteriori 30 giorni. Tali contratti non comportano la perdita o la riduzione dei benefici previsti, purché rimangano nel limite di reddito di 2.000 euro per il 2020.

Restituzione somme indebitamente percepite: indicazioni sulle modalità

0

L’Istituto, con la circolare INPS 22 novembre 2021, n. 174, fornisce le indicazioni operative sulla nuova modalità di restituzione delle somme indebitamente percepite, disciplinata dall’articolo 150, decreto-legge19 maggio 2020, n. 34.

Covid-19, tutele per lavoratori fragili e in quarantena: aggiornamenti INPS

0

Il decreto-legge 21 ottobre 2021, n. 146 ha modificato la disciplina delle tutele previste, durante l’emergenza Covid-19, per i lavoratori in quarantena e per i cosiddetti lavoratori “fragili”.

Indennità Covid-19 per armatori e pescatori autonomi: istruzioni

0

Con la circolare INPS 19 novembre 2021, n. 173, l’Istituto fornisce le istruzioni relative al trattamento di sostegno al reddito previsto dall’articolo 1, comma 315, legge 30 dicembre 2020, n. 178 (legge di bilancio 2021), a favore dei soci lavoratori autonomi di cooperative della piccola pesca, degli armatori e dei proprietari armatori, nonché dei pescatori autonomi.