Home Blog

Artigiani e Commercianti: differimento rata con scadenza 17 maggio 2021

0

La legge 30 dicembre 2020, n. 178, per ridurre gli effetti negativi causati dall’emergenza Covid-19 sul reddito dei lavoratori autonomi e dei professionisti e per favorire la ripresa della loro attività, ha disposto, per l’anno 2021, l’esonero parziale della contribuzione previdenziale e assistenziale dovuta dai lavoratori alle gestioni autonome speciali dell’INPS e alle casse previdenziali professionali autonome. L’agevolazione è riservata ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti che abbiano percepito, nel periodo d’imposta 2019, un reddito complessivo lordo imponibile ai fini IRPEF non superiore a 50mila euro e abbiano subito un calo del fatturato o dei corrispettivi nell’anno 2020 non inferiore al 33 per cento rispetto a quelli dell’anno 2019.

Organismi sportivi: sospensione e ripresa dei versamenti contributivi

0

Con la circolare INPS 5 febbraio 2021, n. 16 l’Istituto ha fornito le indicazioni sulla sospensione degli adempimenti e dei versamenti contributivi previdenziali e assistenziali, prevista dalla legge di bilancio 2021 per le federazioni sportive nazionali, gli enti di promozione sportiva e le associazioni e società sportive.

Esonero contributi imprese agrituristiche: differimento termine domande

0

La circolare INPS 12 aprile 2021, n. 57 ha fornito le indicazioni e le istruzioni operative per l’esonero straordinario della quota di contribuzione dovuta per il periodo dal 1° gennaio al 30 giugno 2020 dai datori di lavoro delle imprese appartenenti alle filiere agrituristiche, apistiche, brassicole, cerealicole, florovivaistiche, vitivinicole, nonché dell’allevamento, dell’ippicoltura, della pesca e dell’acquacoltura.

La dichiarazione precompilata 2021, in Rete da lunedì 10 maggio

0

Aumenta, anno per anno, l’appeal e diminuisce la percentuale dei contribuenti che una volta aperta devono intervenire per integrare o correggere i dati inseriti dall’Amministrazione

Decreto Ristori: chiarimenti su esonero contributivo per le aziende

0

Il Decreto Ristori (decreto-legge 28 ottobre 2020, n. 137, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 dicembre 2020, n. 176) prevede un esonero dal versamento dei contributi previdenziali per le aziende che non richiedono trattamenti di integrazione salariale, nel quadro delle misure di sostegno ai lavoratori e alle imprese connesse all’emergenza epidemiologica da Covid-19.

Con la circolare INPS, 11 febbraio 2021, n.24 l’Istituto ha fornito le prime indicazioni per la gestione dell’esonero contributivo.

Tale aiuto è stato autorizzato dalla Commissione Europea con Decisione C (2021) 1376 final del 23 febbraio 2021. Il messaggio 6 maggio 2021, n.1836 fornisce le indicazioni operative per la richiesta di autorizzazione e per la corretta esposizione dei dati relativi all’esonero nel flusso Uniemens, le istruzioni contabili e le indicazioni relative alle variazioni al piano dei conti.

Fonte INPS.it

Part-time verticale o ciclico: utile anche il tempo non lavorato

0

La legge di bilancio 2021 ha disposto nuove modalità di calcolo dell’anzianità contributiva maturata nei rapporti di lavoro subordinato a tempo parziale di tipo verticale o ciclico, valorizzando ai fini del diritto pensionistico anche il tempo non lavorato, come già avviene nel part-time orizzontale.

Con la circolare INPS 4 maggio 2021, n. 74 l’Istituto fornisce le indicazioni sull’applicazione della norma nel settore privato, sui nuovi adempimenti per i datori di lavoro e sulla gestione delle posizioni assicurative dei lavoratori dipendenti diversi dagli operai agricoli.

Le pensioni potranno essere liquidate in applicazione delle nuove disposizioni per decorrenze dal 1° gennaio 2021.

Le novità introdotte in materia di part-time di tipo verticale o ciclico non modificano le modalità di individuazione del diritto e della misura del Trattamento di Fine Servizio (TFS) e del Trattamento di Fine Rapporto (TFR) dei dipendenti pubblici.

Fonte INPS.it

Esodo dei lavoratori: precisazioni sulla garanzia fideiussoria

0

Nell’ambito di processi di ristrutturazione, di situazioni di crisi, di riorganizzazione aziendale, di riduzione o trasformazione di attività di lavoro, la legge prevede che possano essere erogate prestazioni di accompagnamento alla pensione a totale carico del datore di lavoro. Inoltre, per accedere alla prestazione di esodo, è previsto che lo stesso datore di lavoro presenti all’INPS una fideiussione bancaria a garanzia dell’adempimento degli obblighi assunti nei confronti dell’Istituto, avente ad oggetto il versamento anticipato della provvista per la prestazione e la contribuzione figurativa correlata.

Domanda per l’emersione di lavoro irregolare: nuove istruzioni

0

Facendo seguito a quanto illustrato con la circolare INPS 11 settembre 2020, n. 101, che ha dettato le prime istruzioni relative agli adempimenti dichiarativi e contributivi cui sono tenuti i datori di lavoro che hanno presentato domanda di emersione di rapporti di lavoro irregolare, l’Istituto fornisce ora, con la circolare INPS 4 maggio 2021, n. 73, ulteriori indicazioni sull’apertura delle posizioni contributive.

Indennità decreto Sostegni: limiti di reddito e incompatibilità REM

0

Con la circolare INPS 19 aprile 2021, n. 65 l’Istituto ha fornito le istruzioni amministrative per erogare le indennità una tantum previste dal decreto Sostegni a favore delle categorie di lavoratori già beneficiari delle indennità contemplate dagli articoli 15 e 15-bis del decreto, nonché l’indennità onnicomprensiva a favore di alcune categorie le cui attività lavorative sono state colpite dell’emergenza Covid-19.

Congedo genitori 2021 dipendenti privati: attiva la procedura online

0
Congedo Covid

Dal 29 aprile è attiva la procedura per la compilazione e l’invio online delle domande relative al Congedo 2021 per genitori, introdotto dal decreto-legge 13 marzo 2021, n. 30, in favore dei genitori lavoratori dipendenti del settore privato per figli conviventi minori di 14 anni o con disabilità grave.